SSAS

 

L’indirizzo di riferimento, a tutt’oggi, è quello dei Servizi per la Sanità e l’Assistenza Sociale, con una importante offerta formativa aggiuntiva curvata sulle scienze estetiche che va ad ampliare il concetto di promozione del benessere della persona. Attualmentedunqueaconclusione del percorso quinquennale, dopo aver superato gli Esami di Stato, gli allievi conseguono il Diploma nell’indirizzo di Servizi per la Sanità e l’Assistenza Sociale.

 


 

Siamo in attesa dell'autorizzazione da parte del Ministero dell'Istruzione al progetto pilota sperimentale nazionale ai sensi dell'art.11 comma 1 del D.P.R275/99 "Scienze Estetiche Integrate".

Tale proposta innovativa è in linea col DECRETO 24 maggio 2018, n. 92 Regolamento dei percorsi di istruzione professionale, ai sensi dell'articolo 3, comma 3, deldecreto legislativo 13 aprile 2017, n. 61, e non è sovrapponibile a nessuna offerta formativa provinciale.

 


 
Il nostro istituto è in attesa dell’autorizzazione ministeriale ai sensi dell'art.11 comma 1 del D.P.R.275/99 del progetto pilota sperimentale nazionale “Tecnico del Benessere - Scienze Estetiche Integrate”, quale nuovo indirizzo dell’istruzione professionale.

 

                                  immagine ssas




A conclusione del percorso quinquennale, il diplomato in “Servizi per la sanità e l’assistenza sociale” – Tecnico del benessere è in grado di

       Collaborare nella gestione di progetti e attività dei servizi sociali, socio-sanitari e socio-educativi, rivolti a bambini e adolescenti, persone con disabilità, anziani, minori a rischio, soggetti con disagio psico-sociale e altri soggetti in situazione di svantaggio.

       Partecipare e cooperare nei gruppi di lavoro e nelle équipe multi-professionali in diversi contesti organizzativi /lavorativi.

       Facilitare la comunicazione tra persone e gruppi, anche di culture e contesti diversi.

       Prendersi cura e collaborare al soddisfacimento dei bisogni di base di bambini, persone con disabilità, anziani nell’espletamento delle più comuni attività quotidiane.

       Curare l’allestimento dell’ambiente di vita della persona in difficoltà.

       Realizzare in autonomia o in collaborazione con altre figure professionali, attività educative, di animazione sociale, ludiche e culturali adeguate ai diversi contesti e ai diversi bisogni.

       Realizzare, in collaborazione con altre figure professionali, azioni a sostegno e a tutela della persona con fragilità e/o disabilità e della sua famiglia, per favorire l’integrazione e migliorare o salvaguardare la qualità della vita.

E’ inoltre in grado di:

       Individuare e gestire tutte le prestazioni ed i trattamenti da eseguire sulla pelle concorrendo al mantenimento, alla protezione e/o al recupero del benessere psico-fisico della persona.

       Predisporre e gestire l’accoglienza e l’assistenza funzionalmente alla personalizzazione del servizio e alla promozione del benessere. Gestire le informazioni di prevenzione alla salute e di orientamento all’utente.

       Selezionare e gestire l’applicazione e l’utilizzo dei prodotti cosmetici definite come tali dal decreto legislative 4 dicembre 2015, n. 204.

       Individuare e gestire gli interventi di trattamento estetico, decorazione e modellamento unghie e le tecniche di make up.